Il nuovo Centro Yoga Padma Trieste nasce dalla collaborazione degli insegnanti dell’Institute of Yogic Culture con l’indologa Martina Pelosi, e grazie a nuovi e vecchi insegnanti sviluppa la cultura dello yoga nei suoi aspetti più tradizionali attraverso tre grandi filoni:

La pratica: i nostri insegnanti praticano lo haṭhayoga da molti anni, mantenendo sempre viva la propria formazione grazie a corsi e aggiornamenti in Italia e all’estero, con soggiorni in India presso ashram e maestri spirituali. Nel nostro Centro abbiamo scelto di dare spazio alle pratiche di haṭhayoga e rājayoga (lo yoga del maestro Patañjali), cioè le tecniche yoga più antiche e tradizionali, tralasciando i corsi di yoga più moderni ma che si allontanano dai principi originali di questa pratica millenaria.

La cultura: lo yoga non è solo movimento, anzi la parte che lo yoga tradizionale dedica alle posizioni (āsana) è inferiore all’apparato teorico che sviluppa le tecniche di meditazione e controllo del respiro che chiamiamo yoga. Attraverso i nostri corsi di teoria intendiamo creare il background per una maggiore comprensione e attuazione dello yoga nella nostra vita. I corsi di indologia, base e avanzati, trattano le basi del pensiero indiano (karma, dharma, ecc.) e sviluppano percorsi monografici di interesse yogico. Inoltre, per una maggiore comprensione del pensiero dello yoga e del mondo indiano in generale, proponiamo corsi di lingua hindī (la lingua ufficiale indiana) e di sanscrito (la lingua sacra, tra le più antiche al mondo).

Yoga e…

Continuano le contaminazioni tra lo yoga tradizionale dei maestri e gli aspetti della nostra vita che ci permettono di crescere interiormente e vivere in armonia il nostro quotidiano.

Yoga e natura: percorsi all’aperto, immersi nella natura, che coniugano gite e passeggiate con pratiche yoga;

Yoga e arte: l’arte ci permette di arrivare in mondi che la quotidianità ci preclude, ci aiuta a conoscere noi stessi nel nostro io più profondo; coniugare arte e yoga è un potente mezzo che ci avvia verso la comprensione degli stati extrasensoriali di ciascuno di noi.